In occasione della terza edizione dei Giochi Europei, in programma a Cracovia dal 21 giugno al 2 luglio del prossimo anno il padel farà il suo “esordio a cinque cerchi”



Che quella del Padel non sia solo una moda passeggera è ormai confermato dal numero crescente di praticanti, appassionati e numero di campi che si sono moltiplicati in maniera esponenziale anche nella nostra Penisola.

L’ennesima testimonianza è arrivata dalla tappa del Premier Padel P1 che si è tenuta a Milano, all’Allianz Cloud, stessa sede dell’ultima edizione milanese delle Next Gen Atp Finals di tennis.
Circa 27 mila persone hanno infatti assistito al torneo vinto dai più forti giocatori al mondo, Ale Galan e Juan Lebron, in una finale che ha registrato il tutto esaurito.

Ma la consacrazione arriva anche a livello istituzionale con l’ingresso del Padel nel panorama olimpico in occasione della terza edizione dei Giochi Europei, in programma a Cracovia dal 21 giugno al 2 luglio 2023.
Saranno oltre 30 i paesi in gara con tre tornei previsti: maschile, femminile e misto con le coppie formate da un uomo e una donna, a conferma della via di armonizzazione intrapresa dalla Fip tra il padel femminile e maschile.
“Quella appena conclusa è stata una stagione storica per il padel”, ha detto Luigi Carraro, presidente della Federazione Internazionale di Padel, “in poco meno di un anno, lo abbiamo portato in una nuova dimensione, giocando in location emblematiche dall’esordio a Doha, al Roland Garros e al Foro Italico, con i giocatori entusiasti dell’organizzazione e dei posti in cui si è giocato. II numero degli spettatori è cresciuto continuamente, anche grazie alle televisioni connesse: 187 paesi in totale, poco meno della Champions League di calcio, che è trasmessa in 205 nazioni. Quest’anno, la Federazione Internazionale tra i suoi circuiti ha distribuito prize money per un totale di circa 5 milioni di euro”. L’Italia? “Il padel è uno sport globale ma nel nostro paese sta crescendo di più”, ha concluso Carraro.
https://www.primaonline.it/2022/12/19/368681/padel-nel-2023-una-tv-dedicata-e-lingresso-nei-5-cerchi/

Nel frattempo in Italia il numero dei campi di padel cresce in maniera esponenziale e aumenta l’attesa per il primo grande evento dedicato in programma a Milano dal 13 al 15 gennaio 2023 (qui il programma Padel Trend Expo https://padeltrendexpo.mrpadelpaddle.com/)

Una tre giorni di esibizioni sui campi allestiti con la partecipazione di grandi campioni internazionali, vip e special guest. E inoltre convegni, tavole rotonde e corsi di formazione e tanti espositori per quanti vogliono avvicinarsi al mondo del padel non solo come sportivi ma anche come imprenditori.
La redditività dello sport infatti è molto elevata e aumenta costantemente le richiesta di campi sportivi soprattutto indoor.

Per quanti fossero ancora indecisi sulla tecnologia da utilizzare per coprire i campi suggeriamo l’articolo di Sport e Impianti che descrive le tre possibilità disponibili https://www.sporteimpianti.it/principale/tsport/rubriche-tsport/reportage/tennis-padel-campi-coperti/

Tra queste l’esclusivo Padeldome Eneri dedicato a quanti non dispongono di cubatura disponibile. Il brevetto italiano, sfruttando la tecnologia pneumatica, permette di coprire i campi da padel in poco tempo e abbatte il consumo elettrico dei palloni pressostatici.
Una boccata d’aria per i club sportivi stritolati dagli aumenti del costo dell’energia.